L'edificio si impone per le sue notevoli dimensioni aprendosi con un'ampia facciata su c.so Cavour, antica strada del Cambio. E' un esempio notevole di edificio gentilizio del '400 ed è testimoniato già nel 1459.
Prende il nome dalla famiglia nobile che lo acquistò nel '700.
Esso si estende fino alla strada parallela, via San Giorgio, dove si apre con una facciata delle medesime dimensioni di quella principale.
La loggia interna e quella superiore presentano i caratteri tipici dell'architettura quattrocentesca. Sulla volta dell'arcone d'ingresso è dipinto lo stemma gentilizio degli Esperti. Sicuramente elementi moderni sono i due balconcini esterni e quello interno.
Di grande bellezza è la copertura lignea della scalinata che dal cortile porta al piano nobile: dipinta in stile barocco neo rinascimentale, si presenta caratterizzata da un accesso cromatismo.